Scuola a Mareno di Piave

Committente: Comune di Mareno di Piave

Anno: 2011

Prestazione: Concorso di progettazione

La configurazione generale del nuovo complesso scolastico unico della città di Mareno di Piave parte dall’idea che esso possa essere rappresentato come un “villaggio della cultura” all’interno del quale, come in una città, si trovano gli edifici (scolastici), i luoghi per l’incontro (piazze), i servizi (sportivi e culturali), la viabilità, il tutto contenuto e contornato dal verde che restituisce naturalità ad uno spazio fortemente strutturato dalla mano dell’uomo. Il nuovo plesso unico sarà un piccolo villaggio all’interno del tessuto urbano consolidato dove studenti, insegnanti e genitori potranno muoversi in sicurezza, essere accolti da spazi e strutture in grado di attrarre e coinvolgere.

I corpi della nuova scuola elementare sono organizzati modularmente intervallando i blocchi delle aule con i blocchi servizio che accolgono i collegamenti verticali e i bagni; questa configurazione con moduli indipendenti e agganciabili in successione consente una perfetta adattabilità e varietà di aggregazione, permettendo aggiunte e cambiamenti nel tempo.

 

 

Il progetto si caratterizza costruttivamente dall’utilizzazione della tecnologia stratificata a secco: a partire dalle strutture in elevazione (muri e solai), realizzate con tecnologia XLAM(pannelli realizzati con strati incrociati di tavole in legno, prefabbricati, posati in opera e connessi), per finire con i rivestimenti e le finiture interne, ogni componente utilizzato,è prefabbricato e prefinito, montato senza l’uso di malte. Tale sistema garantisce velocità di montaggio, basso impatto ambientale del cantiere, ridotti scarti e rifiuti, maggiore controllo di produzione, facilità di manutenzione e di trasformazione e per finire ridotto onere di demolizione, smaltimento e riciclaggio finale al termine del ciclo utile della vita dell’edificio. L’impianto termico è costituito da una centrale termica, a ridosso della palestra esistente, che attraverso un generatore termico modulare a condensazione alimenta l’impianto della scuola media esistente, mantenuto a radiatori, e la relativa acqua calda sanitaria.