Lungomare di Pantelleria

Committente: Comune di Pantelleria (TP)

Anno: 2010

Prestazione: Concorso di progettazione – 5° posto

Il progetto consiste nel recupero complessivo per la totale fruizione del waterfront (circa 28.700 mq) della città di Pantelleria.

Il riassetto dell’area parte dallo studio di una nuova mobilità veicolare e pedonale, con  la trasformazione del Lungomare da asse viario a boulevard, percorso protetto e gerarchizzato a carattere prevalentemente pedonale. Trasformando l’area in una ZTL, anche la strada diventa parte integrante di una passeggiata attrezzata ed articolata in cui il cittadino, come il turista si trova immerso in uno spazio in cui la lettura del contesto, l’intorno, le preesistenze, i servizi, gli scorci panoramici vengono amplificati ed integrati gli uni con gli altri, mentre il mare da un lato e l’architettura storica e contemporanea dall’altra ne determinano i confini fisici e visivi.

La reale qualificazione dell’area passa, tuttavia, per la definizione lungo tutto l’asse di un percorso protetto, un landmark, con struttura tubolare in acciaio inox e copertura ondulata a sezione ed altezza variabile, realizzata con legno composito wpc, e segnata a terra con un medesimo percorso in legno (superficie di circa 2.600 mq). Sotto e sopra il percorso, che richiama i movimenti del mare e i dolci profili delle montagne dell’isola, prende vita la nuova Pantelleria. Al di sotto di esso, i nuovi servizi (circa 890 mq), realizzati con materiali naturali, locali e sostenibili (pietra, legno e vetro), vengono localizzati strategicamente in prossimità delle nuove centralità, del Castello, degli Alberghi

Il sistema trova il suo culmine nelle due testate poste in corrispondenza della “porta nord” e “sud” dell’area, dove prendono vita le due nuove piazze: quella del Mercato e quella del Molo Grande. Esse ospitano rispettivamente il Mercato del Pesce e dal lato opposto  il Centro di Accoglienza Turistica-Infopoint con il Bar-ristoro e la Terrazza panoramica verso il mare.

Quali terminali del percorso le coperture in legno dei due volumi, si sdoppiano e si intersecano, si innalzano e si abbassano al fine di avvolgere il fruitore ed il paesaggio, consentendo i più disparati e suggestivi punti panoramici.